IL PROGETTO QUADRILATERO LA RILEVANZA SOCIOECONOMICA AMBIENTE E SICUREZZA BANDI DI GARA PUBBLICAZIONI E DOCUMENTI LEGISLAZIONE SALA STAMPA
 HOME CHI SIAMO CONTATTI
Quadrilatero: Prefettura Macerata firma protocollo d’intesa
Macerata, 13 novembre 2007

NOTA STAMPA DELLA PREFETTURA DI MACERATA

La Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Macerata - ha firmato oggi con la Società Quadrilatero ed il Contraente Generale Val di Chienti il Protocollo d’intesa, ai sensi del Decreto Legislativo 190/02 e successive modifiche, finalizzato alla prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nell’esecuzione della grande opera nell’ambito di questa provincia.
Il Protocollo è stato firmato dal Prefetto di Macerata, Vittorio Piscitelli, da Gaetano Galia, Presidente della Quadrilatero, da Oskar Roittner e Geom. Vittorio Morigi, rispettivamente Presidente e Vice Presidente della Val di Chienti.
Il Protocollo riguarda in particolare i seguenti interventi infrastrutturali:
 SS 77 “Val di Chienti” tratto Foligno – Collesentino;
 SS 78 “Val di Fiastra” tratto Sforzacosta – Sarnano;
 Intervallive di Macerata e Tolentino – S.Severino;
 SS 3 “Flaminia” tratto Foligno - Pontecentesimo;
 Allacci SS 77 a SS 16 (Civitanova Marche) e a SS 3 (Foligno).
Tali interventi infrastrutturali, per un valore pari a 1,17 miliardi di euro, sono stati affidati dalla Società Quadrilatero tramite gara internazionale al Contraente Generale Val di Chienti.

In considerazione della mole d’investimenti, della rilevanza strategica degli interventi viari e delle ampie ricadute socioeconomiche attese per il Territorio interessato dalle opere, l’obiettivo della Prefettura di Macerata è quello di prevenire ogni potenziale forma d'infiltrazione e condizionamento da parte della criminalità organizzata, permettendo di effettuare investimenti senza rischi e mantenendo al contempo gli elevati standard di sicurezza del Territorio.
Al riguardo il Prefetto di Macerata, Vittorio Piscitelli, ha sottolineato che: “Nell’esecuzione di impegnativi progetti, caratterizzati da elevati fabbisogni finanziari e lunghi periodi di completamento, la chiave di volta è un attento monitoraggio nella filiera delle imprese che eseguiranno i lavori.
Per questo motivo il Protocollo dedica la massima attenzione alla sicurezza, alla prevenzione e repressione della criminalità, mediante la verifica preventiva del programma di realizzazione dei lavori ed il monitoraggio di tutte le fasi di esecuzione dell’opera e dei soggetti che la realizzano, ossia affidatari e sub affidatari. Tale azione verrà svolta attraverso il coordinamento da parte della Prefettura di Macerata delle autorità competenti, degli attori economici, delle forze di polizia e della Direzione Investigativa Antimafia (DIA), quale organo di analisi ed investigazione finanziaria”.

Il Presidente della Società Quadrilatero, Gaetano Galia, nell’occasione ha commentato: “Siamo molto soddisfatti dell’attenzione posta dalla Prefettura di Macerata, nei confronti della quale ci impegniamo a fornire l’adeguato supporto garantendo un flusso continuo di informazioni”.

Il Presidente della Val di Chienti ha sottolineato “E’ fondamentale la fattiva collaborazione istituzionale che sta alla base del Protocollo a garanzia della trasparenza e della legalità nella realizzazione della grande opera”.


***

Scheda sintetica
del protocollo d’intesa tra la Prefettura di Macerata, la Quadrilatero Marche-Umbria s.p.a. e la società di progetto “Val di Chienti scpa” ai fini della prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nell’esecuzione dei lavori del “Progetto Quadrilatero”


L’iniziativa nasce sotto il patrocinio del Comitato di Coordinamento per l’Alta Sorveglianza delle grandi opere - organismo di monitoraggio che siede presso il Ministero dell’Interno – e si iscrive nel filone delle misure volte a rafforzare i presidi anticriminalità nella realizzazione degli interventi infrastrutturali strategici.

Il Contraente Generale si impegna a fornire alla Prefettura di Macerata nonché alla Quadrilatero Spa i dati relativi alle società e alle imprese (anche con riferimento ai loro assetti societari) a cui intendono affidare l’esecuzione dei lavori o di cui intendono avvalersi nell’affidamento di servizi o per la fornitura di materiali inerenti alla realizzazione della grande opera. I medesimi dati sono comunicati anche alla Quadrilatero Spa per l’esercizio dei suoi compiti di alta sorveglianza sull’opera.
Tali dati dovranno essere forniti alla Prefettura prima di procedere alla stipula dei contratti o alla conclusione degli affidamenti affinché siano attivati i necessari poteri di controllo.
Inoltre, in base al protocollo, il Contraente Generale ha potere di sanzione nei confronti delle società subappaltatrici, potendo procedere, nei casi di mancata comunicazione dei dati, alla revoca degli affidamenti o alla risoluzione del contratto o sub-contratto.
Grazie a questo articolato sistema di monitoraggio, si costituirà una banca dati relativa alle imprese che partecipano, a qualunque titolo, all’esecuzione dei lavori.
Le verifiche finalizzate alla prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità e gli altri adempimenti conseguenti saranno curati dal Gruppo Interforze costituito presso la Prefettura di Macerata, coordinato da un funzionario prefettizio e composto da un funzionario della Polizia di Stato, da un ufficiale dell’Arma dei Carabinieri, da un ufficiale della Guardia di Finanza, da un rappresentante del Provveditorato alle Opere Pubbliche, da un rappresentante della Direzione provinciale del Lavoro, nonché da un funzionario delle articolazioni periferiche della Dia (Direzione investigativa antimafia). Qualora, a seguito di tali verifiche, dovessero emergere tentativi di infiltrazione della criminalità nell’impresa controllata il Contraente generale non potrà procedere alla stipula del relativo contratto o concludere l’affidamento e di ciò la Prefettura informerà tempestivamente anche la Quadrilatero Spa.
Inoltre, nel caso in cui le verifiche della Prefettura, intervenute successivamente all’inizio dei lavori o dell’affidamento, abbiano dato esito “positivo”, scatterà la risoluzione automatica del contratto o la revoca dell’affidamento.
Il Contraente Generale si impegna, inoltre, a dare immediatamente notizia alla Prefettura di ogni illecita richiesta di denaro, protezione o altra utilità che venga avanzata nel corso dei lavori nei confronti di un suo rappresentate o di un suo dipendente nonché di tentativi di estorsione, intimidazione o condizionamento di natura criminale, in qualunque forma essi vengano posti in essere.
La Quadrilatero Spa provvederà a riferire periodicamente sulla propria attività di vigilanza come derivante dall’applicazione del Protocollo d’Intesa, inviando un rapporto con cadenza trimestrale al Comitato di Coordinamento per l’Alta Sorveglianza delle Grandi Opere e alla Prefettura di Macerata.



 
   

SOCIETA' TRASPARENTE

ANAS S.p.A.



Informativa Cookie

built with Fastportal3 by FASTNET S.p.A.