IL PROGETTO QUADRILATERO LA RILEVANZA SOCIOECONOMICA AMBIENTE E SICUREZZA BANDI DI GARA PUBBLICAZIONI E DOCUMENTI LEGISLAZIONE SALA STAMPA
 HOME CHI SIAMO CONTATTI
Quadrilatero Marche Umbria, il punto sui lavori
Roma, 15 aprile 2016
La società Quadrilatero Marche Umbria fa il punto sullo stato di avanzamento dei lavori dei due assi principali Foligno – Civitanova Marche e Perugia – Ancona nonché della Pedemontana delle Marche, a seguito di un recente sopralluogo del presidente di Anas, Gianni Vittorio Armani, e dell’Amministratore Unico di Quadrilatero, Guido Perosino, sui cantieri.


SS77 “Val di Chienti” Foligno – Civitanova Marche
L’apertura al traffico del tratto da Foligno a Pontelatrave (35 km) sulla direttrice Foligno-Civitanova Marche è prevista nel prossimo mese di luglio. Sono in via di conclusione, infatti, i lavori di ripristino delle non conformità rilevate in alcune gallerie del tracciato.

Cronistoria:
Il 16 gennaio 2015 è stato aperto al traffico il primo lotto funzionale di 9 km, tra gli svincoli di Colfiorito (PG) e Serravalle di Chienti (MC), che è passato quindi alla gestione diretta di Anas con la denominazione di strada statale 77var.
Nell’aprile 2015, a seguito di segnalazioni anonime divulgate dagli organi di informazione circa la non corretta esecuzione dei lavori nella galleria “La Franca” - nel tratto non aperto al traffico - sono stati disposti da Quadrilatero controlli non distruttivi georadar, finalizzati alla verifica degli spessori dei rivestimenti definitivi della galleria. A seguito di ciò sono state avviate indagini dalla Procura della Repubblica di Spoleto, nonché richieste informazioni dalla Corte dei Conti – Procura Regionale dell’Umbria e dalla Prefettura di Macerata.
Al fine di garantire la massima attendibilità delle verifiche condotte sulla qualità esecutiva delle gallerie lungo l’intera direttrice Foligno – Civitanova Marche, la società Anas ha disposto, tramite gara pubblica, l’affidamento a due laboratori ufficiali di ulteriori e approfondite indagini su tutte le gallerie realizzate. Per quanto riguarda il tratto aperto al traffico da Colfiorito a Serravalle è stata disposta da Anas la chiusura temporanea (a valle delle verifiche svolte, sono seguite riaperture parziali).
I controlli hanno confermato in alcune opere d’arte la presenza di vuoti e di sottospessori del rivestimento delle gallerie, già evidenziati dalle precedenti campagne di indagine effettuate anche dal Contraente generale. Dette indagini hanno, altresì, accertato che non esistono rischi di natura statica delle gallerie stesse.
Attualmente, sono state avviate le operazioni di risanamento delle parti non conformi (intasamento dei vuoti) e, per quanto concerne i limitati casi di sottospessori significativi, la Società Quadrilatero, di concerto con l’Anas, sta valutando le tipologie di intervento proposte dal progettista per ripristinare le performance di progetto. Il ripristino delle non conformità è interamente a carico del Contraente generale. Inoltre, a seguito dell’approvazione e dell’esecuzione degli interventi di risanamento - che dovranno ristabilire pienamente le performance di progetto, in termini di resistenza e di durabilità - saranno effettuate le valutazioni in merito alle quantità effettivamente poste in opera e alle conseguenti detrazioni, in parte già applicate, sia in sede di contabilizzazione finale delle opere realizzate, sia in sede di collaudo.

Tempistica
2006 – Firma contratto con Contraente Generale Val di Chienti
Aprile 2007 – Aperti primi cantieri SS 77 tratto Pontelatrave – Collesentino (3 km)
Novembre 2009 – Consegna lavori tratto Foligno – Pontelatrave (35 km)
Dicembre 2009 – Aperto al traffico primo tratto SS 77 Pontelatrave - Collesentino
Dicembre 2013 – Fine scavo di tutte le gallerie lungo la SS77 tratto Foligno – Pontelatrave
Gennaio 2015 – Apertura al traffico primo lotto funzionale (9 km) tra gli svincoli di Colfiorito (PG) e Serravalle di Chienti (MC)
Aprile 2015 – A seguito di segnalazioni divulgate dagli organi di informazione, avviati controlli sull’esecuzione dei lavori nelle gallerie
Apertura al traffico prevista a luglio 2016

Costi/finanziamenti
L’investimento per il completamento dell’intero tratto Foligno – Pontelatrave è pari a oltre 1 miliardo e 100 milioni di euro, finanziato tramite fondi stanziati dal CIPE con le delibere 13/04, 83/08, 58/13 e da APQ Regione Umbria.


Direttrice Perugia-Ancona
L’apertura al traffico della direttrice Perugia-Ancona è prevista a fine estate 2016 per la parte umbra, SS318 “di Valfabbrica” da Pianello a Valfabbrica (8 km) che si collega all’adiacente lotto di competenza Anas fino a Casacastalda, e nei primi mesi del 2018 per i tratti nelle Marche, SS76 “Val d’Esino” da Fossato di Vico a Cancelli e da Albacina a Serra San Quirico (22 km).

Tempistica
2006 – Firma contratto con Contraente Generale Dirpa
2009 – Consegna lavori
2010-2013 Difficoltà Contraente Generale Dirpa e principali affidatari (BTP prima e Impresa Spa dopo)
Luglio 2013 - con decreti del Ministero dello Sviluppo Economico le società Impresa e Dirpa sono state ammesse alla procedura di amministrazione straordinaria, con la nomina contestuale del Commissario Straordinario nella persona della Prof.ssa Daniela Saitta
Febbraio 2014 – Riavvio lavori sull’asse Perugia–Ancona sotto la gestione del Commissario
Luglio 2015 - Conclusa l’operazione di acquisizione da parte di Astaldi dei complessi industriali di Dirpa
Completamento della direttrice: SS318 fine estate 2016 - SS 76 primi mesi 2018

Costi/finanziamenti
L’investimento complessivo per le opere della Perugia–Ancona è di 535 milioni di euro, totalmente finanziato con fondi pubblici assegnati dal Cipe tramite delibera n.13/04 e Piano Anas.


Pedemontana delle Marche
Il progetto della Pedemontana delle Marche è suddiviso in lotti funzionali.
Il tratto iniziale da Fabriano a Matelica Nord è in fase di progettazione esecutiva.
Nel mese di dicembre 2015, il CIPE ha approvato il progetto definitivo della seconda tratta Matelica Nord zona industriale – Matelica Sud/Castelraimondo Nord.
Per l’ulteriore lotto funzionale Castelraimondo Nord – Castelraimondo Sud/Pioraco sono in corso le attività istruttorie del MIT finalizzate alla formulazione della proposta al CIPE di approvazione e finanziamento dell’intervento.
Il progetto definitivo del quarto lotto funzionale da Castelraimondo Sud/Pioraco a Muccia/Sfercia, che completa il collegamento tra i due assi principali SS76 e SS77, è in corso di redazione.


Costi/finanziamenti
L’investimento per la Pedemontana delle Marche tratto Fabriano–Castelraimondo Nord ammonta a 180 milioni di euro, finanziati da APQ Regione Marche e decreto legge ‘Sblocca Italia’, entrambi per circa 90 milioni di euro.

 
   

SOCIETA' TRASPARENTE

ANAS S.p.A.



Informativa Cookie

built with Fastportal3 by FASTNET S.p.A.